Argomenti
Skip Navigation Links
Newsletter
Email:

Tavola con Classe… lezioni di stile

La Torta Nuziale  

Per tradizione, al termine del ricevimento di matrimonio, come da copione, il volume della musica si fa più soft, si abbassano le luci, si accendono i riflettori e lo spettacolo ha inizio!
Appare in passerella “Lei”, la più bella dopo la sposa…la “Regina della tavola”, la più ammirata, la Torta! Una vera creazione in grado di suscitare una grande emozione, proprio come può fare un abito da sposa. Buona, bella, scenografica, maestosa, è un insieme tra arte e buon gusto, tra sapore e felicità, tanto che per molti non è un dolce qualsiasi ma un “Dolce Happy”.
Con il suo ingresso, la torta nuziale raccoglie attorno a sé e agli sposi tutti gli invitati, proponendo il romantico taglio con il brindisi. È questo un momento di grande commozione, davvero unico. La torta e gli sposi brillano sotto i flash; gli applausi e le lacrime di gioia completano questa magica scena. Gli sposi a questo punto tagliano assieme la prima fetta; la sposa deve impugnare il coltello con la mano destra e lo sposo dovrà mettere la sua sulla mano di lei. L’ingresso della tanto attesa torta può essere accompagnato da una colonna sonora cara agli sposi, che renderà questo momento ancora più significativo. Particolare attenzione va posta alla scelta dell’ambiente riservato a tale circostanza.  Molti sposi preferiscono che il taglio della torta non avvenga nella stessa sala dove si è svolto il rinfresco, ma in un altro spazio, magari più suggestivo e più chic. Una terrazza spettacolare, un bordo piscina, uno splendido prato o giardino possono risultare la cornice perfetta. Lo scenario può diventare incantevole se impreziosito da simboli magici come candelieri, fiaccole, candeline e champagne; difatti per tradizione, il taglio della torta nuziale deve essere seguito dal classico Brindisi e poi dal Bacio finale. In molti ricevimenti, la torta è abbinata a un buffet di dolci e frutta o di soli dolci, con pasticcini, torte varie, paste, budini, cioccolatini e confetti, un modo delizioso di salutare parenti e amici. In molte sale è persino prevista la mostra di frutta e ghiaccio scolpiti ad arte da veri esperti. Anche la torta, oggi, è diventata una sofisticata creazione, perciò abbastanza grande dovrà essere il tavolo su cui far troneggiare la golosa scultura. La scelta della torta nuziale, come del resto tutte le altre cose, va fatta in base ai gusti e allo stile degli sposi, alla stagione e al luogo. Attualmente, tanti sono i maestri dolciari che si trasformano in veri “ architetti del gusto”, assecondando i desideri degli sposi e proponendo dei grandi capolavori. Si vedono in giro torte sempre più alte, sempre più belle, decorate in modo spettacolare e farcite con creme di un sapore sublime. La torta più grande, realizzata per un ricevimento di nozze, pesava centoventi chili ed era vicina ai tre metri di altezza, quattro piani di morbidissimo pan di spagna e crema pasticcera. Una torta “monumentale” direi,alla quale ne son seguite tante altre, imponenti, eleganti e altrettanto belle. Tantissime sono le proposte, basta scegliere quella giusta per voi, dolci sposi. Affidatevi ad un pasticcere bravo o direttamente allo chef della sala ricevimento.
 
Potrete scegliere tra la squisita Millefoglie, la dolce Mimosa o un’enorme e colorata crostata di frutta, la famosa Saint-Honorè, oppure potrete giocare con le forme, una torta rotonda, squadrata o a cuore; la torta dei vostri sogni potrà essere un connubio tra pan di spagna, glassa oppure panna, cioccolato bianco o meringa.
La torta romantica per eccellenza è quella bianca con decori dai toni pastello, delicata nei colori e nel sapore e generalmente abbellita da fiori e petali profumati.
C’è poi quella di classe,semplice, non molto alta, elegante, di un “super bianco perla” o al massimo di un candido rosa cipria o albicocca; con decorazioni floreali di grande effetto.
La soluzione più classica, ma ormai poco richiesta, è quella con la scritta al centro, realizzata con gelatina colorata.
La più sofisticata è la Charlotte, sempre alla frutta.
Ma la torta a più piani, con il suo aspetto scenografico e il suo significato, difficilmente smetterà di essere la più richiesta. L’alzata, secondo la tradizione, rappresenta una specie di scala, un percorso che gli sposi insieme avrebbero cominciato a percorrere nella buona e nella cattiva sorte.
La torta all’americana è la novità del momento,multipiano, realizzata con un invitante pan di spagna e ricoperta da una gradevole pasta di mandorle o da glassa di zucchero. Le nuove tendenze puntano a torte di grandi dimensioni e all’esaltazione del sapore.
Di grande eleganza è la torta gioiello, decorata con splendide pietre e perle.
Per gli sposi più stravaganti adatta è una torta sorpresa, capace di stupire gli invitati, sicuramente più elaborata, molto grande, vistosa, colorata, arricchita da fiocchi, nastri o da dettagli insoliti, originali, magari personalizzata con immagini o altro. Decorazioni particolari, molto in voga, sono i cake topper, mini sposini artistici realizzati in zucchero, che vengono posti in cima alla torta; realizzati su commissione.
Come si può ben notare, non ci sono limiti alla fantasia delle forme, dei disegni, dei sapori e delle combinazioni. C’è solo un piccolo problema, che la torta, oggi, è così bella….che è un peccato mangiarla!
 
Titty Cannito