Argomenti
Skip Navigation Links
Newsletter
Email:

Una lunga storia d'amore

Come scegliere le Fedi

 

La mattina dopo il Matrimonio, quando ci si sveglia, la prima cosa che viene spontaneo fare, è guardarsi la mano, una mano diversa, una sensazione diversa, perché al dito c’è una fede, un anello in cui è racchiuso il significato più profondo dell’unione, dell’amore. Potremmo definirla la Fede del Cuore” se vogliamo, dato che questo piccolo cerchietto, nella sua perfezione sferica, ha il grande potere di fondere due cuori in uno solo.

La scelta delle fedi rappresenta un momento importante, ecco perché sarebbe bello farla insieme.

Prima di recarvi ad acquistare gli anelli nuziali, pensate bene a che stile adottare, decidete se seguire le tendenze, le nuove proposte di moda o se preferite qualcosa di più tradizionale. Insomma chiaritevi bene le idee per evitare la classica scena in cui i due Sposi, in una delle più sofisticate gioiellerie, dinanzi alle innumerevoli fedi, incominciano a perdersi… quale scegliere? Andiamo sul moderno o sul tradizionale? Beeeella questa! Anche questa! E quest’altra… Un gran mal di testa!

Allora il consiglio che vi diamo, è di informarvi in anticipo attraverso riviste, siti per matrimoni e altro, in modo da poter vivere questo momento con maggiore serenità e calma.

 

È PIÙ GIUSTO SEGUIRE LA MODA O LA TRADIZIONE?

Questa la domanda che ci si pone sempre più spesso.

In realtà non esiste la risposta giusta, la cosa migliore da fare in questo caso è di seguire il proprio gusto personale. L’anello deve rispecchiare semplicemente un modo di essere.

Certo la “Regina” delle fedi è quella scelta dalla tradizione, ossia la classica in oro giallo, quella obiettivamente più usata, ciò non toglie che sempre più spesso gli sposi optino per qualcosa di più moderno e particolare come le fedi in oro bianco. Altri preferiscono un intreccio di oro giallo e oro bianco, oppure l’anello con pietre preziose come il brillante. Un’altra alternativa potrebbe essere la fede in platino che rappresenta il simbolo della ricchezza e dello splendore, difatti nel mondo dell’antichità era considerato il più prezioso dei metalli tanto che pare fosse presente nella celebre armatura di Agamennone, descritta con precisione da Omero nell’“Iliade”. Di fedi ce ne sono veramente tante, esistono diversi modelli, diversi colori, uno più bello dell’altro. Ogni coppia certamente riuscirà a trovare l’anello più adatto, in caso contrario, potrà sempre affidarsi alla maestrìa di grandi designers di gioielli, capaci di dar forma in modo spettacolare ai propri desideri.

 

TIPOLOGIE DI FEDI NUZIALI

Iniziamo con il dire che l’anello nuziale, può avere diverse forme: sottile, bombato o di linea squadrata.

Può essere in oro giallo, in oro bianco, satinato, lucido, platinato e tanto altro.

Ci sono anche fedi con brillantino incastonato, altre con due piccoli cuori incisi.

Per i più tradizionalisti c’è la classica fede in oro giallo, per i più moderni esistono fedi attualissime, particolari nello stile e nel design.

Gli anelli, vanno scelti con gusto e senza il timore di aver osato troppo, perché se scelti nel modo giusto possono regalare una certa personalità alla Sposa e allo Sposo.

 

Eccovi un elenco delle fedi in commercio

La classica: in oro giallo, a fascia media, tonda e smussata, è la più tradizionale.

La francesina: più sottile e leggermente bombata, molto usata.

La mantovana: più larga e a fascia piatta.

Fede piatta: più bassa e piatta.

Incrociata a più cerchi: ove sono presenti i tre colori dell’oro, giallo, rosso e bianco.

Al platino: raffinato e al tempo stesso di tendenza. È luminoso ed elegante. Risulta il più prezioso tra i metalli e perciò parecchio costoso.

Fede moderna: in oro bianco.

Bicolore: formata da due cerchi intrecciati tra loro in oro giallo e oro bianco.

Unica: con diamantino incastonato.

Etrusca: piatta e decorata esternamente.

Ebraica: in filigrana smaltata e decorata da perline.

In oro rosa: questa è l’ultima tendenza, molto fine ed elegante, non ancora disponibile in tutte le gioiellerie, in largo uso tra giovani orafi e designers.

 

SECONDO L’ESPERTO DI GIOIELLI…
Se la mano è sottile con dita lunghe, l’anello rotondo e bombato è perfetto.
Se invece la mano è corta con dita robuste, è meglio una fede sottile e piatta.
 
Titty Cannito